Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

Continua il percorso per l’adozione del nuovo PGT: ieri il sindaco Giambattista Maiorano ha presentato ai cittadini il Documento di Piano, approvato dalla Giunta. Ora tocca di nuovo alla città presentare istanze e contribuire al nuovo disegno della città.

Buccinasco (6 novembre) – Un volto nuovo per Buccinasco, un’identità ad una città immersa nel Parco Agricolo Sud Milano, patrimonio da valorizzare e tutelare anche nell’ottica della Città Metropolitana di cui il nostro territorio farà parte dal primo gennaio 2014.

Prosegue a passi veloci il percorso per l’adozione del nuovo Piano di governo del territorio, che il Consiglio comunale dovrà votare entro la fine dell’anno. Ieri è stato depositato e approvato dalla Giunta il Documento di Piano, che insieme al Piano delle Regole e il Piano dei Servizi, compone il nuovo strumento urbanistico. È toccato poi al sindaco Giambattista Maiorano, insieme all’Ufficio tecnico, presentarlo alla città in un’assemblea pubblica che ha visto la partecipazione di associazioni e cittadini che non hanno disertato un appuntamento importante per capire quale sarà il futuro della città e delle sue eccellenze.

Tre i principi fondamentali che hanno guidato il percorso di questi mesi: “Abbiamo riconfermato le indicazioni contenute nel programma del sindaco – spiega Maiorano – ossia il non consumo di suolo, la contrazione delle volumetrie rispetto ai tentativi precedenti, la valorizzazione della vocazione agricola delle due frazioni di Gudo Gambaredo e Buccinasco Castello e alla tutela del Parco Agricolo Sud Milano”.

“Il percorso, per quanto contratto nei tempi, è stato del tutto trasparente, – continua il sindaco – abbiamo acquisito quanto di positivo era già contenuto nelle precedenti esperienze, oltre ad aver valutato tutte le istanze pervenute anche oltre i termini”.

Sono state riprese le analisi fatte in passato, adeguandole però allo scenario attuale. A partire dal patrimonio abitativo rimasto invenduto e inabitato. Proprio per questo rispetto alle ipotesi degli anni scorsi le volumetrie sono state ridotte del 20% (e di conseguenza anche la previsione di nuovi abitanti che si attesteranno attorno ai 1200-1300). Secondo il principio del non consumo di suolo, in fabbriche dismesse e in disuso, “ambiti di trasformazione”, sono previste sia quote per nuove residenze sia spazi per il commerciale. Alcune si trovano nella zona tra via Resistenza e piazza San Biagio: “Qui abbiamo il sogno di realizzare un centro per la città”, ha affermato Maiorano che non ha mai nascosto il desiderio di contribuire (anche) così a costruire un’identità autentica a Buccinasco, con luoghi di ritrovo e socializzazione.

Nell’ottica della salvaguardia e della valorizzazione del territorio, si è pensato a “corridoi ecologici” (area di via Salieri e zona tra Mulino Bruciato e il confine con Milano) e all’acquisizione di aree di forte interesse naturalistico, come il lago di via Lario e il Battiloca.

Da non dimenticare la vocazione agricola dei borghi di Gudo Gambaredo e Buccinasco Castello, su cui tuttavia pesano un piano di intervento e un piano di recupero (già approvati dalla precedenti Amministrazioni e dal commissario): se il primo, il Parco Sud che ha posto dei vincoli importanti, per il secondo è in corso una trattativa tra l’Amministrazione e gli operatori a cui si è chiesto la rimozione delle cause che hanno originato i ricorsi della Provincia di Milano e di Legambiente oltre ad una possibile contrazione ulteriore delle volumetrie concesse.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Si rende noto che la bozza del Documento di Piano del Piano di Governo del Territorio del Comune di Buccinasco unitamente alla bozza del Rapporto Ambientale e alla bozza della Sintesi non tecnica sono depositati presso la Segreteria generale sita presso il Comune di Buccinasco, via Roma n. 2, in libera visione fino al 30/11/2012 e pubblicati sul sito istituzionale in allegato.

Chiunque ne abbia interesse, anche per la tutela degli interessi diffusi, può presentare suggerimenti e proposte entro la scadenza del 30/11/2012. Tali osservazioni vanno presentate in forma scritta e dovranno essere indirizzate a:

Comune di Buccinasco
Ufficio di Piano – PGT
Via Roma, 2
20090 Buccinasco (Milano)
e pervenire all’Ufficio Protocollo – Comune di Buccinasco

Clicca qui per leggere l’Avviso di deposito.

I documenti sono presenti sul sito del Comune

Bozza Documento di Piano

Bozza rapporto Ambientale

Bozza Sintesi non tecnica

Annunci

Commenti su: "NO AL CONSUMO DI SUOLO, RILANCIO DEI BORGHI AGRICOLI, UN NUOVO CENTRO CITTADINO. È LA NUOVA BUCCINASCO" (1)

  1. Gianfranco Belisari ha detto:

    Egregio signor Sindaco, ho letto con piacere e interesse su “Buccinasco Informazioni” che ha intenzione di dare un nuovo volto al centro cittadino, creando uno spazio all’inizio di via Emilia che costituisca finalmente un punto di aggregazione per i cittadini, che oggi manca.
    Se lei non se ne ha a male, vorrei rivendicare la progenitura di questa idea (che peraltro era già stata abbozzata in una precedente Giunta Lanati) che ho più volte propugnato in diversi Blog cittadini, compreso quello di Si o No, e che ebbi occasione di prospettarle in
    occasione delle votazioni del maggio scorso, quando ci incontrammo nel seggio di via Aldo Moro: ricorda? Aggiungo solo che tale area avrà un senso solo se la stessa sarà un po’ sopraelevata per consentire lo scorrimento del traffico sotto terra e la creazione di un parcheggio sotterraneo.
    Se riuscirà a realizzarlo, proporrò che tale area, piena di aiuole, una fontana e circondata da bar, ristoranti e negozi di buono e ottimo livello, sia chiamata “Belvedere Maiorano” o
    “Maiorano Streep”. Saluti

I commenti sono chiusi.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: