Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

Articoli con tag ‘Spina Azzurra’

Galleria

IL VERDE PUBBLICO DI BUCCINASCO


Caro Maiorano,

ti sollecito sul tema del verde pubblico. Noto molta inefficienza nel tenere prati e giardini pubblici utilizzabili al meglio. Il verde cresce rigoglioso ovunque in questo periodo primaverile. Mi ricordo ancora che con la vecchia giunta avevano soprannominato alcune strade ” Via Della Spiga ” a causa delle abbondanti crescite. I vecchi cartelli con il “divieto del Sindaco di fumare” sono ormai pali scheletrici su cui cresce il muschio. (A nord )

Come affronterai il problema della tenuta del verde pubblico? Sicuramente appalti trasparenti, hai già in mente come affrontare il tema?

Il parco Spina Azzurra mi sembra molto abbandonato a se stesso (a parte l’area ormai ad uso privato del gestore del bar – ristorante), La colonnina del tele soccorso è pericolante e sta per cadere, speriamo non addosso a qualche bimbo che prima o poi vi si appoggerà; il parco di via Scarlatti potrebbe essere integrato con un baracchino per la vendita di qualche bibita fresca.

Grazie per l’attenzione.

Simona

Buona sollecitazione la tua, Simona.

Il verde è una delle peculiarità di Buccinasco che va salvaguardato,  curato e non ridotto. E’ stato ed è certamente un vanto per questa città che dispone di standard decisamente più elevati della Regione Lombardia e non solo.  Non uso casualmente l’aggettivo “ridotto” preceduto dalla negazione. E questo perché sono fortemente convinto che tale patrimonio è da valorizzare e da “vendere” sullo scacchiere metropolitano come indispensabile elemento di salute e di protezione ambientale.

Hai ragione, Simona. Particolarmente in questo ultimo anno la manutenzione si è vista poco, molto poco. E’ un peccato che offende la nostra sensibilità e non soltanto un fatto da relegare nell’ambito dell’estetica e del gusto. Curare e preservare il verde è una necessità. Non ignoro il pesante condizionamento esercitato nella vicenda dai pasticci fatti con i bandi gara. Neppure il Commissario ad acta è riuscito a sanare la situazione ed ogni volta che si è tentato di ripartire sono apparsi motivi per interventi del Tar. Non so in questo momento quale sia la situazione reale. Mi auguro che la matassa sia stata sbrogliata, altrimenti dovrò provvedere a farlo il prima possibile. In ogni caso sarà garantita un’efficace gestione manutentiva. La cosa più importante è che le gente usufruisca davvero di queste strutture con costanza. La presenza è elemento di dissuasione per malintenzionati pronti ad abbattere cartelli, pali, colonnine. In più, la presenza è quella particolare virtù che, stabilendo trame di rapporti tra soggetti frequentanti, riuscirà a definire l’identità di Buccinasco trasformandola da città di bei quartieri da ammirare in città che si vive.

Per ultimo, penso anch’io che sia opportuna la collocazione in ogni parco di una postazione per la vendita di bibite/gelati/brioches. Nel merito, vista la particolarità dell’esercizio in riferimento alla sua location, mi convince sempre più il dovere di coinvolgere nell’iniziativa il mondo dell’associazionismo e la capacità di autorganizzazione dell’imprenditoria giovanile di cui Buccinasco va giustamente fiera.

Giambattista Maiorano

Cloud dei tag