Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

Articoli con tag ‘Rino Pruiti’

Galleria

ARIA PULITA NELL’AULASANA DI VIA EMILIA

aulasanaSi è conclusa la fase di osservazione del progetto che ha portato nella primavera del 2011 all’installazione di due aeratori in un’aula al piano rialzato dell’istituto scolastico dove oggi si respira un’area migliore. Un progetto-pilota che vede Buccinasco all’avanguardia per l’attenzione alla qualità dell’aria nelle scuole

Buccinasco (31 maggio 2013) – Sono rarissime in Italia le scuole dotate di ricambio d’aria ad alta filtrazione, recupero di calore e riduzione di livello acustico. Tra le pochissime c’è la scuola media statale di via Emilia, dove si è concluso il periodo di osservazione del Progetto AulaSana, che ha portato nella primavera del 2011 all’installazione di due aeratori in un’aula dell’istituto scolastico dove oggi si respira aria migliore.

(altro…)

Galleria

SCATTA IL CONTO ALLA ROVESCIA: VIA L’AMIANTO DA BUCCINASCO!

amiantoEntro il 28 febbraio i proprietari di edifici, impianti o luoghi che contengono amianto devono inviare all’Amministrazione la documentazione che ne certifica la presenza e l’indice di degrado, come prevede il Piano Regionale Amianto Lombardia

Buccinasco (31 gennaio 2013) – È iniziato il conto alla rovescia per il censimento dei manufatti che contengono amianto. Secondo quanto prevede la Legge regionale 14 del 2012 e come previsto dal Piano Regionale Amianto Lombardia, i proprietari di edifici, impianti o luoghi che ancora non hanno smaltito l’eternit hanno l’obbligo di inviare all’Amministrazione la documentazione che ne certifica la presenza e l’indice di degrado. C’è tempo fino al 28 febbraio 2013.

La normativa regionale fissava i termini di presentazione della documentazione entro la fine di gennaio. Buccinasco, in assenza di un apposito regolamento e in analogia con le scelte operate da altre Amministrazioni, ha spostato i termini di consegna alla fine del mese di febbraio, in modo improrogabile.

La presenza di numerosi capannoni industriali con copertura in amianto è pericolosa per la salute, quindi è necessario agire in modo tempestivo sia nell’opera di censimento sia con gli interventi di bonifica e rimozione dei manufatti pericolosi (che spettano ai proprietari): in collaborazione con la Asl, il Comune sta monitorando da tempo gli immobili a rischio, quelli con un elevato indice di degrado e in diversi casi sono state inoltrate delle comunicazioni di sollecito.  I proprietari di manufatti contenenti amianto devono verificare periodicamente lo stato dei materiali e se necessario intervenire per mantenerli in sicurezza.

“In concomitanza con l’adozione del nuovo PGT  – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Rino Pruiti – e in collaborazione con l’Asl, è scattato il conto alla rovescia, chi non provvederà entro la fine di febbraio a comunicare la situazione del proprio immobile al Comune, rischia pesanti sanzioni che possono anche avere risvolti penali. Crisi o non crisi prima di tutto viene la salute dei nostri cittadini”.

“Da troppi anni infatti persistono situazioni di degrado in capannoni e manufatti che contengono cemento amianto o eternit, – continua Pruiti – queste situazioni devono essere sanate ed è importante procedere subito al censimento di tutte le coperture pericolose presenti a Buccinasco”.

La modulistica e la lettera di trasmissione sono scaricabili sul sito internet del Comune (e reperibili negli uffici di via Roma presso la segreteria tecnica al quinto piano). I documenti dovranno poi essere trasmessi al Settore tecnico – Servizio Edilizia Privata e Urbanistica per mezzo di raccomandata a.r., presentazione presso l’Ufficio Protocollo o tramite l’invio di un’e-mail all’indirizzo: protocollo@cert.legalmail.it.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Galleria

LAMPIONI FINALMENTE ACCESI E BOLLETTE MENO CARE

Dopo una vivace trattativa e qualche polemica, pace fatta con Enel che ha in programma un investimento di 250 mila euro per migliorare l’illuminazione di Buccinasco, consentendo all’Amministrazione un risparmio di 24 mila euro all’anno in bollette.

Buccinasco (13 novembre 2012) – Un risparmio sulla bolletta energetica comunale di 24 mila euro all’anno grazie ad Enel che ha deciso di investire circa 250 mila euro per migliorare l’illuminazione di Buccinasco.

Un successo per l’Amministrazione Maiorano che fin dall’insediamento ha cercato e ottenuto un dialogo con l’azienda fornitrice di energia elettrica che ha già iniziato a sostituire le lampade guaste in zone dove da troppo tempo regnava il buio. A buon diritto i cittadini si lamentavano, tanto da tempestare l’Ufficio tecnico da continue segnalazioni. Proprio per questo il mese scorso, in modo provocatorio, l’assessore ai Lavori Pubblici Rino Pruiti aveva addirittura invitato gli uffici a contestare in tutte le sedi il contratto e addirittura a sospendere i pagamenti. La notizia era rimbalzata sui giornali: “Non si può andare avanti così – aveva dichiarato allora l’assessore –. Per la bolletta energetica comunale spendiamo un’enormità, oltre 500 mila euro senza avere un adeguato servizio”. Proprio in quell’occasione Pruiti prometteva una rivisitazione della convenzione con Enel (di fatto scaduta), per ridurre progressivamente la cifra dovuta dal Comune, se non addirittura il cambio di gestore.

La reazione di Enel è stata pressoché immediata: l’azienda ha contattato il Comune per fissare un incontro che ha avuto un esito più che positivo. E d’altra parte alcuni interventi per l’ammodernamento delle lampade è cominciato sin da maggio 2012, quando si è insediata la nuova Amministrazione.

“Enel ci ha comunicato di aver investito sul nostro Comune circa 250 mila euro – ha spiegato l’assessore – ne prendiamo atto e siamo soddisfatti anche perché ci consentono un risparmio che chiedevamo fin dalla campagna elettorale”.

“Ho apprezzato molto l’immediata disponibilità dell’azienda ad incontrarci e soprattutto ad intervenire subito a riaccendere le lampade spente da mesi”. Da sottolineare anche la maggior sicurezza per i cittadini – con le strade più illuminate la circolazione diventa meno pericolosa – e il risparmio energetico, come Enel stessa ha evidenziato.

Pace fatta dunque tra i due Enti che ora più serenamente potranno tornare al tavolo delle trattative per ripensare la convenzione, nell’ottica di un ulteriore miglioramento dell’illuminazione pubblica ma anche di un risparmio per le casse comunali.

 

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Galleria

UN ALTRO SUCCESSO: “VIVI-SEMPLICE” A BUCCINASCO

Insieme ad altri comuni, l’Amministrazione ha ottenuto un finanziamento regionale per produrre informazione e comunicazione e favorire così la relazione con cittadini e imprese, secondo la logica degli Open Data Buccinasco (2 novembre 2012) – Si chiama VIcino al cittadino-VIcino alle imprese-SEMPLICEmente, ossia “VIVI-SEMPLICE”. È il progetto sovra-comunale finanziato dalla Regione Lombardia che permetterà al Comune di Buccinasco di investire in innovazione tecnologica – praticamente a costo zero – per migliorare la relazione con i cittadini.

Già nel mese di luglio il sindaco Giambattista Maiorano aveva comunicato al Comune di Erba, capofila del progetto, l’adesione di Buccinasco al bando “Lombardia più semplice” promosso dalla Regione e mirato a favorire iniziative di aggregazione e collaborazione tra soggetti politici per il raggiungimento della semplificazione amministrativa e organizzativa. Il bando è stato vinto e sono in arrivo circa 200 mila euro.

“Insieme alle Amministrazioni di Erba, Cinisello Balsamo, Rescaldina, Cardano al Campo e Pogliano Milanese – spiega Rino Pruiti, assessore all’Innovazione tecnologica – realizzeremo un progetto articolato in diverse azioni che ogni Comune svilupperà autonomamente per poi metterle gratuitamente a disposizione degli altri partner”. Il progetto è finalizzato al miglioramento continuo dei processi produttivi della struttura comunale e dei servizi forniti a cittadini e imprese, e di conseguenza a favorire la reciproca relazione in una logica di equità, trasparenza e uniformità di accesso. Tra gli obiettivi, la valorizzazione dei dati in possesso per “produrre informazione e comunicazione”, da veicolare attraverso gli strumenti multicanale di uso ormai comune (portali, mobile, tablet, social media, digital signage, smartphone) e per renderli disponibili all’esterno secondo la logica dell’Open Data.

“La Regione finanzierà il progetto per il 70% – aggiunge l’assessore – noi per il 30%, ma in pratica non peseremo sulle casse comunali, non spenderemo soldi ma metteremo a disposizione le competenze dei nostri dipendenti comunali, che anzi permetteranno una semplificazione della macchina organizzativa del Comune e quindi un risparmio per tutti i cittadini”.

Con Vivi-semplice si intende, per esempio, favorire e semplificare il rapporto con i fornitori, innalzare il livello di fiducia di cittadini e imprese rispetto alla tematica dei tributi, semplificare e rendere efficiente, economica e trasparente la gestione dei documenti e degli atti, ridurre l’accesso agli uffici da parte dei cittadini, attraverso forme on line di consultazione e di autocertificazione intelligente della posizione anagrafica. Sono previsti tavoli permanenti intercomunali e gruppi di lavoro formati da comuni, cittadini, imprese, associazioni, professionisti. Verranno inoltre realizzati sportelli polifunzionali, servizi multicanale e app gratuite. Tutti i Comuni del partenariato hanno già realizzato azioni di semplificazione, (i cui esiti saranno valorizzati): si sono aggregati non perché contigui territorialmente ma perché condividono gli obiettivi e le modalità di approccio del progetto, che sarà realizzato in cooperazione (i tavoli e i gruppi di lavoro intercomunali ne sono la dimostrazione) e in una logica di riuso dei risultati e degli strumenti prodotti. Ogni comune, infatti, si occuperà di un’azione che poi verrà condivisa con gli altri: a Buccinasco in particolare toccherà la “Semplificazione dei processi relativi ai Tributi e conseguente innovazione tecnologica”, a partire dal conseguimento di una banca dati di qualità degli Oggetti Territoriali (immobili) attraverso l’informatizzazione della gestione degli eventi della vita degli stessi in ottica ACI (Anagrafe Comunale degli Immobili). Insieme a tutti gli altri comuni si occuperà anche della “comunicazione multicanale”, con l’attivazione di una “vetrina touch screen” per l’albo pretorio e per la comunicazione di informazioni istituzionali e di pubblica utilità.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Galleria

“ILLUMINIAMO IL FUTURO, SPEGNIAMO L’ILLEGALITÀ”

Contro le mafie serve l’impegno di tutti, serve gettare i semi della cultura della legalità:  Buccinasco non dimentica la sua storia e chiama ancora una volta a raccolta le energie del territorio per non spegnere le luci sulla lotta alla criminalità organizzata. “Per questo motivo ci piacerebbe invitare Nando Dalla Chiesa a Buccinasco”: lo scrive in una lettera aperta Rosa Palone, presidente del Consiglio comunale.  

Buccinasco (30 ottobre 2012) – “Buccinasco ‘Platì del Nord’, non abbiamo paura di dirlo e neppure di amministrare la nostra Città. Ci siamo candidati e siamo stati eletti consapevoli che al nostro ex sindaco Maurizio Carbonera tra il 2002 e il 2007 furono bruciate due automobili, fu inviato un proiettile con gli auguri di Buona Pasqua, furono addirittura piantate tre croci a grandezza d’uomo in un’area periferica del nostro territorio e qualcuno si premurò di andare in Comune a spiegare quale fosse il valore simbolico del gesto. Unico primo cittadino in Lombardia tra il 2002 e il 2007  a subire attentati, tra i pochi sindaci a presentare denunce alla magistratura insieme alla sua Giunta di cui facevano parte anche l’attuale sindaco in carica Giambattista Maiorano e il vice-sindaco Rino Pruiti.

Lo diceva Paolo Borsellino: “Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo”.

Ora che la presenza capillare della ‘ndrangheta in Lombardia è conclamata siamo fieri di essere stati tra i primi ad “accendere la lampadina”, ad ammettere la presenza della malattia per iniziare a combatterla con tutti gli strumenti a disposizione. La famosa lampadina non si è mai spenta diventando ogni giorno molto più simile ad un faro perché le energie raccolte sul territorio hanno continuato ad illuminare con più forza il percorso intrapreso. Tantissime  associazioni sul territorio per anni hanno organizzato decine di iniziative di promozione della cultura della legalità, presentando libri, organizzando proiezioni di film, documentari, ospitando spettacoli teatrali, inchieste giornalistiche, invitando magistrati ed esponenti della società civile per parlare della presenza della ‘ndrangheta. Io stessa insieme ad un gruppo di giovani ho contribuito a fondare un’associazione che a Buccinasco è diventata un punto di riferimento dell’Associazione Libera Nomi e numeri contro le mafie,tanto da confluire poi nel presidio del sud ovest Milanese “Libera – Angelo Vassallo” di cui sono stata referente.

Nella primavera del 2012  ho deciso di candidarmi alle elezioni perché  mi sono resa conto che indignarsi non bastava più, che non serviva a nulla avere le mani pulite se le si teneva in tasca.

Come ogni scelta della mia vita l’ho fatto nella consapevolezza, conoscevo da anni le persone che facevano parte della mia coalizione, tutte pulite, oneste e soprattutto credibili, eccellenti maestri, ottimi compagni di viaggio. Un viaggio che abbiamo intrapreso da pochi mesi ma che ha già presentato tantissimi ostacoli e solo la forza della nostra squadra genuina ci ha dato la possibilità di superare.

Gli amministratori della Platì del Nord hanno bisogno di non essere lasciati soli e isolati. Abbiamo bisogno dell’energia  di tutte le persone oneste affinché la nostra “lampadina” non si spenga; si sa che al buio tutto è meno sicuro. Grazie a tutte le energie oneste, invece, abbiamo la possibilità di costruire quella “legalità organizzata” che potrà rendere finalmente Buccinasco un paese “normale”, dove parole come giustizia, onestà, buone pratiche siano assunte come valori fondamentali da tutti i cittadini.

Per questa ragione ci piacerebbe invitare a Buccinasco Nando Dalla Chiesa e Martina Panzarasa, autori del libro “Buccinasco, la ‘ndrangheta al Nord”. Partendo dalle loro analisi sul nostro territorio, segnato come i comuni a noi vicini dalla forte presenza della criminalità organizzata, vorremmo continuare a parlare di cultura di legalità, continuare a gettare semi che diventino anticorpi contro il potere pervasivo delle mafie. Serve l’impegno di tutti, tutti quelli che stanno chiaramente dalla stessa parte della barricata. Contro la mafia. Che non hanno paura di nominarla, né di affrontarla. Che non vogliono conviverci, e anzi non hanno timore di battersi in prima linea per sconfiggerla, per rendere Buccinasco un paese dove regna la legalità organizzata”.  

Rosa Palone

Presidente del Consiglio comunale di Buccinasco

Galleria

BUCCINASCO AVRÀ FINALMENTE BARRIERE ANTI RUMORE

Nei prossimi mesi Milano Serravalle inizierà i lavori di intervento di mitigazione acustica lungo la Tangenziale Ovest in corrispondenza di via Salieri e il borgo di Buccinasco Castello.

 Buccinasco (26 ottobre 2012) –  Entro l’inizio della primavera i quartieri di Buccinasco a ridosso della Tangenziale Ovest avranno finalmente quelle barriere antirumore che attendono da anni. Da quando, nel 2007, l’Amministrazione Carbonera partecipò ad un bando promosso dalla Provincia di Milano: arrivato quarto in graduatoria, il Comune di Buccinasco ha ricevuto nei giorni scorsi la comunicazione da parte di Milano Serravalle – Milano Tangenziali Spa dell’approvazione del progetto dichiarato di pubblica utilità. Per questo è stata già inviata alla proprietà dei terreni interessati dai lavori una raccomandata per l’esproprio.

Le barriere di mitigazione ambientale proteggeranno non solo dal rumore ma anche dall’inquinamento quelle zone di Buccinasco più vicine alla tangenziale: da un lato la via Salieri, dall’altro Buccinasco Castello. Il nuovo disegno della città previsto dal Piano di governo del Territorio che si discute in questi mesi, come è noto, vede tra i suoi punti principali proprio la salvaguardia del borgo agricolo: l’intervento della Milano Serravalle permetterà un’ulteriore tutela dell’intera zona.

Un traguardo importante per Buccinasco, atteso da anni: “L’Amministrazione Carbonera nel 2007 aveva cominciato l’iter per ottenere le barriere anti rumore – ricorda Rino Pruiti, assessore ai Lavori pubblici – abbiamo vinto il bando insieme da altri Comuni, con la successiva Amministrazione Cereda non sappiamo quale sia stato il dialogo con Serravalle”.

“La procedura è stata lunga – ha aggiunto Pruiti – ma oggi finalmente otteniamo un grande risultato per i cittadini di Buccinasco, a costo zero per l’Amministrazione, perché sia il cantiere che le barriere verranno interamente finanziati dalla Serravalle: cinquecento metri salvaguardati da rumore e inquinamento”. 

 

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Galleria

LA COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DI BUCCINASCO

MAIORANO Giambattista, SINDACO

Urbanistica/Edilizia Privata – Istruzione/Cultura – Affari Generali – Educazione alla Legalità

 

PRUITI Rino Carmelo, VICE SINDACO

Lavori Pubblici – Mobilità/Trasporti – Commercio – Attività Produttive – Innovazioni Tecnologiche

BALDASSARRE Ottavio, ASSESSORE

Bilancio – Tributi – Patrimonio – Personale/Organizzazione – Polizia Locale/Protezione Civile

DE CLARIO Clara, ASSESSORE

Servizi alla Persona – Casa – Integrazione – Pari Opportunità – Politiche Giovanili

CICCARELLI Mario, ASSESSORE

Sport e Tempo Libero – Associazionismo/Volontariato – Servizi Demografici – URP

VENTURINI Samuele, ASSESSORE

Ecologia – Tutela Ambientale – Parco Sud

Cloud dei tag