Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

oppurtunitaL’Amministrazione comunale ha deciso di promuovere il ricorso a cooperative sociali di tipo B per favorire percorsi di integrazione e inserimento lavorativo a favore di cittadini in situazione di disadattamento sociale ed emarginazione dal mercato del lavoro

Buccinasco (24 maggio 2013) – Offrire opportunità di integrazione per persone disoccupate o escluse dal lavoro perché in condizioni di svantaggio sociale, attraverso il ricorso alle cooperative sociali di tipo B. È quanto ha deciso l’Amministrazione comunale che intende attuare appieno i principi di promozione e integrazione sociale dell’articolo 45 della Costituzione italiana secondo cui la Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità.

“Abbiamo approvato un atto di indirizzo importante – afferma l’assessora ai Servizi alla persona Clara De Clario – che, attraverso l’utilizzo di leggi specifiche, ci permette di creare opportunità di integrazione sociale attraverso il lavoro per le persone che vivono una situazione di disagio. Si tratta del primo tassello di un progetto più ampio che l’Amministrazione intende portare avanti proprio per favorire l’inserimento lavorativo e sociale di chi oggi è in difficoltà e promuovere così le pari opportunità lavorative anche a chi è diversamente abile o svantaggiato”.

L’Amministrazione intende attivare un dialogo proficuo con le cooperative sociali di tipo B operanti sul territorio, in base alla legge 381, in modo che possano partecipare e condividere l’assegnazione e l’affidamento di alcune attività in diversi settori: dai servizi di facchinaggio e raccolta dei rifiuti ingombranti alla gestione della piattaforma ecologica, da piccole commissioni, manutenzioni e opere di tinteggiatura alla sorveglianza e la pulizia dei locali scolastici usati nel pre e post scuola fino al trasporto di alunni e pasti.

“Il problema del lavoro – conclude il sindaco Giambattista Maiorano – tocca da vicino anche il nostro territorio, ogni giorno riceviamo richieste di aiuto da parte di chi ha perso il lavoro e cresce sempre di più l’area del disagio, mentre gli Enti locali hanno meno fondi a disposizione per gli aiuti. Proprio per questo tengo particolarmente a questo atto di indirizzo della nostra Amministrazione che, evitando le pratiche semplicemente assistenzialistiche, tenta di favorire il recupero socio-lavorativo, in aiuto ai cittadini in situazioni di disadattamento sociale ed emarginazione dal mercato del lavoro”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Commenti su: "NUOVE OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER PERSONE SVANTAGGIATE" (1)

  1. Egr. Sig. Sindaco, l’iniziativa in sé, purtroppo, non genera lavoro, si limita a spostarlo da un operatore all’altro e questo, in particolare in un periodo di crisi come l’attuale, va attentamente valutato (in situazioni di espansione tali interventi possono contribuire a una più equa distribuzione dei carichi di lavoro, con benefici per tutti, ma intervenire per aiutare situazioni di crisi da una parte e generarne altrettante da un’altra potrebbe non essere un fatto positivo). L’attenzione al territorio la ritengo tuttavia condivisibile (non starete diventando leghisti?). Quello che vorrei approfondire è cosa si intende per cooperative di tipo “B” operanti sul territorio, perché dall’elenco disponibile sul sito della Regione, di tali cooperative residenti a Buccinasco ne risulta una sola!
    http://www.industria.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Page&childpagename=DG_Industria%2FDGLayout&cid=1213328861087&pagename=DG_INDWrapper&step=lista

I commenti sono chiusi.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: