Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

di Giambattista Maiorano
Ho letto tanto, credo tutto, di quanto si è scritto in questo periodo elettorale. Dalle offese, alle insinuazioni malevole, dagli appartamenti regalati alle altre amenità del genere.
Meravigliarsi sarebbe stato da ingenui. Sorprendersi invece no. Mi ha sorpreso la finzione, la recita, il fatto di un’alterazione della realtà fondata sui propri desideri lasciati liberi oltre ogni limite di decenza e di capacità di intelligenza critica.
Ho assistito a un’insistente campagna denigratoria fatta da strani personaggi che però, pensate un po’ (c’è da meravigliarsi) durante il periodo delle primarie mi proponevano strategie per sfuggire a una trappola, a una presunta manovra a tenaglia programmata dai miei contendenti. Nonostante l’ombra del complotto evocata da questi apprendisti stregoni, ho vinto le primarie e ho cementato con una lavoro su programmi e progetti, la coesione della coalizione di Centrosinistra, affrontando con coraggio, determinazione e prudenza perfino temi spinosi come quello dell’asilo parrocchiale.
Poi si è finalmente votato e l’esito democratico ha voluto che rispetto ai miei più accreditati avversari (Cortiana e Cortinovi) io abbia preso un numero di preferenze che rappresentano poco meno della sommatoria dei due.
Con Serena Cortinovi me la vedrò domenica e lunedì prossimi al ballottaggio.
Tra coloro che il voto ha escluso dalla partita fa capolino la retorica del se.
“Se mio nonno avesse avuto le ruote, sarebbe stato un torpedone” dice una delle tante forme del vecchio detto popolare. E invece! Ho avuto proprio una grande fortuna. Mio nonno non aveva le ruote e, grazie a Dio, il trasporto di una vita non fu altro che la preoccupazione, tra gli stenti, di mandare avanti la sua famiglia tra la prima e la seconda guerra mondiale.
E rieccoci quindi al SE. Se i moderati fossero stati uniti … Se l’UDC non avesse preteso un suo candidato sindaco … Se Cortiana l’avessimo scoperto prima di stracciare intese già sottoscritte … Se Cortinovi avesse accettato la candidatura liberandosi da personaggi più che chiacchierati … Se, se, se. Appunto, se mio nonno …
Sì, però, se sarai eletto sindaco, sarai comunque l’espressione di una minoranza! … Questa è adesso la litania petulantemente recitata come a dimostrare che chiunque altro con i numeri ottenuti avrebbe potuto essere meno minoranza di me in barba a ogni regola che porta alla governabilità.
Sì, non fai apparentamenti, però si vocifera che sia in atto un’intesa con l’UDC. Chiariamo. Intanto né si è pensato né, nel chiuso delle stanze, si sono stretti apparentamenti con chi che sia.
Non ho forse sempre affermato che è necessario allargare il perimetro della mia alleanza che rifiuto vedere chiusa nella sua autosufficienza e costretta al delirio di onnipotenza? Dialogare, dialogare con tutti coloro che hanno le carte in regola per lavorare al bene comune di Buccinasco.
E Confermo la mia attenzione per tutte le liste che non hanno ricevuto l’accesso al Consiglio Comunale, Lega Nord compresa. Una volta Sindaco, inviterò tutti, opposizione ed esclusi, a una verifica delle proposte possibili per il bene della città. È una sfida dal sapore nuovo e affascinante. Lo è per me, che mi sento del tutto libero dal costruirmi piattaforme di future carriere politiche (ridicolo solo pensarlo alla mia età), lo è per tutti.
Buccinasco non è né sarà mia o della maggioranza. Ciascuno, partiti o liste civiche, contribuisca come può e come deve alla luce del sole nel rispetto dei ruoli democraticamente assegnati perché compito di tutti è recuperare il forte senso di disagio, di disaffezione, di rabbia che l’elevato tasso di astensionismo, le schede nulle, quelle bianche ci hanno consegnato per trasformarlo in fiducia nell’istituzione comunale e nelle istituzioni più in generale. E per farlo va usata ragionevolezza e non pregiudizio!
Vale se vinco e ce ne sono tutti i presupposti, ma vale anche se sciaguratamente perdo. Buccinasco ha voglia di ripartire, di un’alternativa credibile, come merita la sua gente!

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: