Diamo a Buccinasco un’amministrazione finalmente efficiente e trasparente, capace di ascoltare.

Archivio per 4 Mag 2012

Galleria

ORA SI CAMBIA DAVVERO, RISCOPRIAMO L’ORGOGLIO DI ESSERE BUCCINASCO

Città come luogo da vivere e non semplicemente gradevole dormitorio. È questa la Buccinasco che desideriamo e che abbiamo in mente.
Lo sviluppo di qualsiasi comunità passa dalla capacità di stabilire e sviluppare relazioni, definire obiettivi, rispettare le regole, condividere e socializzare le scelte coinvolgendo i cittadini anche sperimentando nuove forme di partecipazione.
Architrave dell’azione amministrativa non può che essere la trasformazione del principio di legalità da enunciato filosofico a comportamenti quotidiani.
Non possiamo e non dobbiamo permetterci di sottovalutare o peggio rimuovere la storia invasiva che ha accompagnato la nostra città rendendola tristemente famosa alle cronache nazionali ed internazionali. Da questi eventi e da quelli più recenti che hanno coinvolto la nostra città in processi di corruzione dobbiamo trarre la voglia e l’ambizione di passare ad un’altra fase: al riscatto e all’affermazione delle risorse e dei tanti talenti umani e culturali, alla valorizzazione delle intelligenze e delle disponibilità diffuse nel settore del volontariato e nella società civile che trovano fondamento e forza nella costanza, nell’operosità e nella voglia di fare dei nostri cittadini.
In una parola, tutti insieme dobbiamo RISCOPRIRE L’ORGOGLIO DI ESSERE BUCCINASCO.
Sarà questo il nostro leit motive e lo scopo del nostro impegno.
Dobbiamo puntare con decisione al mantenimento ed all’accrescimento della qualità della vita.
Dobbiamo essere consapevoli del nostro bene ambientale che va tutelato e difeso per la sua unicità stabilendo quel nesso inscindibile tra città e campagna, recuperando e valorizzando il nostro patrimonio storico culturale ed offrendolo alla dimensione metropolitana quale elemento di salvaguardia non solo per noi, ma per l’intera area vasta.
Siamo tutti chiamati, da questo punto di vista, a guardare avanti, ad aprire le nostre prospettive, ad accettare la sfida del necessario salto culturale per indirizzarci verso quella integrazione con i territori circostanti rinunciando al gretto campanilismo superato dalla realtà del nostro vivere.
Nonostante le difficoltà del momento economico, la difficile ripresa che appare ancora lontana, i tagli drastici dello Stato centrale ed i vincoli del patto di stabilità, non possiamo rinunciare a garantire la rete dei servizi. Tutto deve essere fatto per non lasciare sole le famiglie, per ridare fiducia ai giovani in cerca di lavoro, per la crescita educativa delle giovani generazioni, per essere vicini agli anziani sempre più numerosi. Sono queste le scelte che connotano e misurano il grado di civiltà raggiunto.
Equità, concretezza, equilibrio e trasparenza saranno la bussola che indirizzerà l’azione della mia amministrazione e delle forze che sostengono la mia candidatura.
Non un uomo solo al comando, ma una squadra coesa, capace, competente, entusiasta dove significativa sarà la presenza femminile non per ossequio ad una moda, ma per la consapevolezza del ruolo, della funzione, delle doti e della determinazione che le donne sono in grado di esprimere.
Non promesse demagogiche, ma impegni seri e verificabili a cui tutti devono sentirsi impegnati a dare il proprio contributo perché il “bene comune” assuma veramente il suo significato più nobile.

Questo è il senso del programma che di seguito trovate meglio specificato, questo è il nostro impegno.

Clicca QUI per leggere il nostro programma.

Cloud dei tag